Aglianico DOC Sannio

Download

Download Scheda Tecnica Aglianico DOC Sannio
Download Etichetta Aglianico DOC Sannio

Aglianico DOC Sannio

  • Caratteristiche del vigneto: i grappoli destinati alla produzione dell’Aglianico DOC Sannio prendono origine da vigneti in cui l’esposizione ottimale e la giacitura collinare dei suoli risultano decisivi per una corretta maturazione.
  • Uve impiegate: Aglianico 100%.
  • Diradamento e maturazione: i vigneti destinati alla produzione dell’Aglianico DOC Sannio sono soggetti alla vendemmia verde nel corso dell’invaiatura, in percentuali variabili dal 30% al 40% a seconda delle caratteristiche dell’annata.
  • Tecnica di vinificazione: le uve, raccolte nella seconda decade del mese di ottobre, subiscono una diraspapigiatura soffice, a cui segue la fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata, variabile tra 25 e 28°C, in grado di estrarre i composti nobili della buccia con l’ausilio di periodici rimontaggi. La macerazione sulle bucce ha una durata variabile tra i 15 e i 18 giorni.
  • Affinamento: l’affinamento viene svolto interamente in vasche di acciaio inox. Le regolari operazioni di travaso contribuiscono all’evoluzione aromatica e gustativa del prodotto. Trascorsi alcuni mesi di affinamento in bottiglia, il vino inizia ad esprimere le caratteristiche di piacevolezza e bevibilità dell’Aglianico giovane.
  • Longevità: nonostante le uve siano prodotte per esprimere al meglio le caratteristiche fruttate e fresche che si trovano nel vino, l’Aglianico Sannio DOC giova comunque di un certo periodo di affinamento in bottiglia che senz’altro migliora la sua complessità e le sfumature del vitigno. Possiamo considerarlo, benchè di giovane spirito, di longevo futuro.
  • Caratteristiche organolettiche: colore rosso rubino carico; aromi intensi e decisi, dalle tipiche note speziate a quelle fruttate, con un tannino morbido ma vivace. Vino dotato di carattere, mediamente strutturato, molto armonico.
  • Abbinamenti gastronomici: l’Aglianico Sannio DOC è un prodotto che si sposa alla perfezione con primi e secondi piatti della cucina campana in particolare, ricchi di sapore e mediamente impegnativi. Inoltre si accompagna decisamente bene con formaggi di pasta salata, mediamente stagionati, e con salumi tipici della campagna campana.