Persone

Persone

Nel 1911 all’età di 17 anni nostro nonno Ferdinando Catalano emigrò per gli Stati Uniti, partendo sulla nave “Europa” dal porto di Napoli alla volta di New York, dove vi trascorse con fortuna ben dieci anni. Dopo oltre un secolo di tradizioni e passaggi di consegna da padre a figlio Giovanni Catalano, con il terreno che egli acquistò con i frutti del suo lavoro, è con affetto e riconoscenza che valorizziamo con le nostre vinificazioni quanto i nostri avi hanno costruito per noi.

In questa avventura ci siamo ripromessi di trattare questa piccola azienda come un’oasi, i cui ritmi devono essere quelli naturali dettati dalle piante e non dall’ossessione di asservire la natura alla produttività e al guadagno. Abbiamo quindi promesso di trattare il nostro vigneto come un giardino, “allevando” piante prima di tutto sane, senza forzare la produzione a discapito della qualità. Abbiamo rispettato questa nostra promessa mantenendo i livelli di produzione al di sotto del chilogrammo per pianta e massimizzando i lavori manuali in vigna per evitare l’impiego di prodotti nocivi per le piante e l’ambiente circostante, al fine di mantenere inalterato l’equilibrio perfetto che la natura ci ha regalato.

Ci siamo anche ripromessi di non avere fretta di vendere il nostro vino sul mercato, ma di imparare dalle piante e dalla natura ad aver pazienza. Così, invece di lanciare una piena produzione da subito per massimizzare i ricavi, abbiamo scelto di limitarci a condurre microvinificazioni, per studiare e capire il nostro vino, gustandolo per apprezzarne le dinamiche evolutive e le potenzialità.

In questi anni, dopo aver degustato in famiglia e in compagnia di amici, enologi, sommelier e winelovers le nostre bottiglie, possiamo con orgoglio dire di aver creato un prodotto di altissima qualità e unico nel suo genere.